Riflessioni nel giorno della Memoria

Tutti gli stermini, prima di essere realizzati, sono stati un’idea nella testa di qualcuno.

Alla base di quell’idea, c’era una convinzione.  Un pensiero.  Della parole, in fondo.  Qualcosa che diceva che una determinata persona non meritava di vivere.  Oppure che doveva essere eliminata.  Usata.  Violentata.  Punita.

E prima? Cosa c’era prima di questa convinzione? Quali fondamenta aveva? Altri pensieri.  Generalizzazioni assurde, distorsioni di fatti, cancellazioni di alcuni aspetti e messa in evidenza di altri.

Perdonatemi se sono “tecnica” anche oggi.  Se penso agli strumenti che conosco, so che non serve poi tanto tempo per costruire pensieri positivi sul genere umano.  Se venissero usati, il mondo sarebbe un posto migliore, dove tutti si rispettano.  Eppure non è quello che accade.  Qualcuno, addirittura, ne fa un utilizzo dannoso.

Permettemi di essere tecnica anche oggi perchè il mio modo di ostacolare quegli individui è proprio quello di fornire gli stessi strumenti (la PNL, per esempio) al maggior numero di persone possibile.  In modo che sappiano usarli per difendersi.

Vi lascio questo video, e vi prego, mentre lo guardate, di tenere a mente che ogni convinzione genera un’azione coerente.  Nel bene e nel male.  Se ci pensate, fa paura…

About these ads

0 pensieri su “Riflessioni nel giorno della Memoria

  1. Pingback: Riflessioni nel giorno della Memoria | Successo Personale | Scoop.it

Se lasci un commento, mi fa molto molto piacere...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...